lunedì 8 aprile 2013

Smettere di russare, arriva l'anello "Good Night"

Sembra un anello come altri. Permette di ottenere una meritata notte di sonno, non interrotta dai ripetuti risvegli causati dal russare, sia di chi ne è sofferente sia di chi dorme accanto alla persona che russa.
L’ex giornalista della BBC, Rosie Millard, esausta per le notti passate in bianco, è riuscita a trovare una soluzione tanto ingegnosa quanto semplice ed efficace: un anello che agisce sui punti di agopuntura semplicemente indossandolo.
Si presenta proprio come un normale anello d’argento, chiunque lo può indossare senza che questo indichi che è un anello “terapeutico”, atto a combattere il russare notturno.
L’anello “Good Night” presenta due particolarità: al suo interno vi sono una piccola protuberanza, da una parte, e una protuberanza più lunga dall’altra. Queste due lavorazioni agiscono su due punti gemelli di digitopressione.
L’azienda produttrice riporta di uno studio indipendente che è stato condotto su 153 russatori che hanno utilizzato l’anello Good Night per un periodo di 2 settimane. Al termine dello studio, si è rilevato come il 68 per cento dei partecipanti abbia beneficiato di netti miglioramenti nel russare: il problema per molti si è notevolmente ridotto o è del tutto scomparso.
S’indossa sul dito mignolo mezz’ora prima di coricarsi e dev’essere posizionato in modo che le due protuberanze all’interno possano agire sui punti relativi situati nel dito.
Il suo utilizzo è dunque molto semplice.
Il costo è relativamente basso, 30 sterline, e dovrebbe assicurare notti tranquille a tutta la famiglia.
Al mattino si può togliere.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)