sabato 27 aprile 2013

PUNTI SALIENTI BANDO UFFICIALE TEST AREA SANITARIA E ARCHITETTURA 2013: CAMBIA MOLTO!!!

In questo articolo vogliamo riassumere i punti salienti proposti dal bando ufficiale predisposto dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca (MIUR) avvalendosi di Cambrige Assessment per la formulazione dei quesiti, previsto per l'anno accademico 2013-2014.

LE QUATTRO GRANDI NOVITA':

1) 60 domande( e non più 90)  !! Aumentano in percentuale le domande dell'area scientifica, diminuiscono in modo importante quelle di "cultura generale".
Ecco la precisa distribuzione dei quesiti per Medicina&Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria: 

5 cultura generale; 25 ragionamento logico; 14 di biologia; 8 di Chimica; 8 tra Matematica e Fisica
( per gli altri corsi di Laurea è prevista qualche variazione..leggi dopo)

2) DURATA PROVA DI AMMISSIONE: 90 minuti !!

3)  valutazione del test (max 90 punti):
  • - 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • - meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
  • - 0 punti per ogni risposta non data;
4)  valutazione del percorso scolastico (max 10 punti):

Voto ≥ 95° percentile                                         10 punti
90° percentile ≤ Voto < 95° percentile                8 punti
85° percentile ≤ Voto < 90° percentile                6 punti
80° percentile ≤ Voto < 85° percentile                4 punti

Continua a leggere..
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria

1) La prova di ammissione consiste nella soluzione di sessanta quesiti che presentano cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato ne deve individuare una soltanto, scartando le conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili, su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico; biologia; chimica; fisica e matematica. Sulla base dei programmi di cui all'allegato A, che costituisce parte integrante del presente decreto, vengono predisposti: cinque (5) quesiti per l'argomento di cultura generale,  venticinque (25) di ragionamento logico, quattordici (14) di biologia, otto (8) di chimica e otto (8) di fisica e matematica.


2) La prova  di ammissione ha inizio alle ore 11.00 e per il suo svolgimento è assegnato un tempo di 90 minuti.


                Prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in medicina veterinaria 

1) La  prova di ammissione per i candidati comunitari, per i candidati non comunitari ricompresi nell'art.26 della legge n.189/2002 citata in premessa e per i candidati extracomunitari residenti all'estero è unica e di contenuto identico sul territorio nazionale. Essa è predisposta dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca  (MIUR) avvalendosi di Cambrige Assessment per la formulazione dei quesiti e di una commissione di esperti, costituita con apposito decreto ministeriale, per la successiva validazione.

2) La prova di ammissione consiste  nella soluzione di sessanta quesiti  che presentano cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato ne deve individuare una soltanto, scartando le conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili, su argomenti di: chimica; cultura generale e ragionamento logico; biologia; fisica e matematica. Sulla base dei programmi di cui all'allegato A, che costituisce parte integrante del presente decreto, vengono predisposti: cinque (5) di cultura generale e venticinque (25) di ragionamento logico; dodici (12) quesiti di di biologia, dodici (12) di chimica e sei (6) di Fisica e Matematica.

3) La prova di ammissione ha inizio alle ore 11.00 e per il suo svolgimento è assegnato un tempo di 90 minuti.

4) Le procedure relative allo svolgimento della prova sono indicate nell'allegato n.1, parte integrante del presente decreto.


           Prova di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie
    • 1. Per l'accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, la prova di ammissione è predisposta da ciascuna università  ed è identica per l'accesso a tutte le tipologie dei corsi attivati presso ciascun Ateneo.
    • 2. Ai fini dell'utilizzo di tutti i posti disponibili per ciascun corso, ciascun ateneo è tenuto a definire idonee procedure consentendo ai candidati di esprimere l'ordine di preferenza.
    • 3. La prova di ammissione verte sugli argomenti di cui al precedente articolo 2, comma 3, sulla base dei programmi di cui all'allegato A.
      • 4. La prova di ammissione ha inizio alle ore 11.00 e per il suo svolgimento è assegnato un tempo di 90 minuti.



Prova di ammissione ai corsi di laurea  e di laurea magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di architetto

1. La  prova di ammissione per i candidati comunitari, per i candidati non comunitari ricompresi nell'art.26 della legge n.189/2002 citata in premessa e per i candidati extracomunitari residenti all'estero, è unica ed è  di contenuto identico sul territorio nazionale. Essa è predisposta dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca  (MIUR) avvalendosi di Cambrige Assessment per la formulazione dei quesiti e di una commissione di esperti, costituita con apposito decreto ministeriale, per la relativa validazione.

2. La prova di ammissione consiste  nella soluzione di sessanta quesiti  che presentano cinque opzioni di risposta, di cui il candidato ne deve individuare una soltanto, scartando le conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili, su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico; storia, disegno e rappresentazione; matematica e fisica. Sulla base dei programmi di cui all'allegato B, che costituisce parte integrante del presente decreto, vengono predisposti: cinque (5) quesiti di cultura generale e venticinque (25) di ragionamento logico, dodici (12) di storia, dieci (10) di disegno e rappresentazione e otto (8) di matematica e fisica.

3. La prova di ammissione ha inizio alle ore 11.00 e per il suo svolgimento è assegnato un tempo di 90 minuti.

4. Le procedure relative allo svolgimento della prova sono indicate nell'allegato n.1, parte integrante del presente decreto.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

                     Graduatorie, Soglia di punteggio minimo e Valutazione delle prove


  • 1. Nell'ambito dei posti disponibili per le immatricolazioni, sono ammessi ai corsi di laurea e di laurea magistrale, di cui agli articoli 2, 4, 5 e 6 i candidati comunitari e non comunitari di cui all'art. 26 della legge n.189/2002 nonché, nell'ambito della relativa riserva di posti, i candidati non comunitari residenti all'estero, secondo l'ordine decrescente del punteggio conseguito. Sono ammessi ai corsi i candidati appartenenti a tutte le predette categorie e che abbiano ottenuto nel test un punteggio minimo pari a venti (20) punti.
  • 2. I posti eventualmente non utilizzati nella graduatoria dei cittadini extracomunitari residenti all'estero, verranno utilizzati per lo scorrimento della graduatoria dei cittadini comunitari e non comunitari di cui all'articolo 26 della legge 189 del 2002, qualora previsto nei successivi specifici decreti di programmazione.
  • 3. Per la valutazione delle prove di cui agli articoli 2, 4, 5, 6 e 7 si tiene conto dei seguenti criteri:
  • a) valutazione del test (max 90 punti):
    • - 1,5 punti per ogni risposta esatta;
    • - meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
    • - 0 punti per ogni risposta non data;
  • b) valutazione del percorso scolastico (max 10 punti)
Il punteggio viene attribuito esclusivamente ai candidati che hanno ottenuto un voto di maturità almeno pari a 80/100, rapportato alla distribuzione in percentili dei voti ottenuti dagli studenti che hanno conseguito la maturità nella stessa scuola nell'anno scolastico 2011/12.
Per i soli corsi di cui all'articolo 7, il punteggio è attribuito dalle singole università secondo criteri autonomamente determinati nel rispetto di quanto stabilito dal D.Lgs. 14 gennaio 2008, n. 21.
Per gli studenti stranieri comunitari e non comunitari, di cui all'art. 26 della legge n.189/2002 citata in premessa che hanno conseguito il titolo all'estero, il voto di maturità viene convertito con i criteri di cui all'allegato 2 e rapportato alla distribuzione dei voti di diploma degli studenti di tutte le scuole secondarie superiori italiane nell'anno scolastico 2011/12.
Qualora il candidato provenga da una scuola non attiva sul territorio nazionale  nell'anno scolastico 2011/12 e non presente nell'anagrafe della Scuola, i percentili di riferimento sono calcolati in relazione alla distribuzione dei voti di diploma degli studenti di tutte le scuole secondarie superiori dell'anno scolastico 2011/12 della provincia in cui aveva sede la scuola frequentata.

Voto di maturità
Punteggio
Voto ≥ 95° percentile
10 punti
90° percentile ≤ Voto < 95° percentile
8 punti
85° percentile ≤ Voto < 90° percentile
6 punti
80° percentile ≤ Voto < 85° percentile
4 punti
I voti di maturità riferiti ai percentili di riferimento sono pubblicati sul sito del Ministero entro il 31 maggio 2013.

Qualora a intervalli percentili diversi corrisponda lo stesso voto di maturità, al candidato viene attribuito il punteggio medio dei rispettivi intervalli percentili.
  • 4. Il punteggio totale è dato dalla somma dei punteggi ottenuti nelle valutazioni di cui al comma 3,  lettere a) e b). Il criterio di cui alla lettera b) è utilizzato esclusivamente se il candidato ha ottenuto un punteggio pari o superiore a 20 punti nel test, come previsto dal comma 1.
  • 5. In caso di dichiarazione errata o non veritiera relativamente al voto di maturità di cui alla lettera b) e al possesso del diploma di istruzione secondaria superiore, il candidato è escluso dalla graduatoria o, se già immatricolato, decade dall'iscrizione anche se ha già sostenuto esami.
  • 6. Per i corsi di cui agli artt. 2, 4, 5 e 6 il Cineca, sulla base del punteggio totale, calcolato ai sensi del comma 3, redige due distinte graduatorie nazionali, una per i candidati comunitari e stranieri residenti in Italia, di cui all'art. 26 della legge n. 189/2002, e l'altra per i candidati stranieri residenti all'estero, secondo le procedure di cui all'allegato 2. Per i corsi di cui all'articolo 7 le Università, sulla base del punteggio totale, calcolato ai sensi del comma 3, redigono due distinte graduatorie, una per i candidati comunitari e stranieri residenti in Italia, di cui all'art. 26 della legge n. 189/2002, e l'altra per i candidati stranieri residenti all'estero, secondo le procedure di cui all'allegato 2. In caso di parità di punteggio, nell'ordine della graduatoria prevale il candidato che ha riportato il maggior punteggio nel test. In caso di ulteriore parità:

    • - per i corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria e per i corsi di laurea delle professioni sanitarie, prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di cultura generale e ragionamento logico, biologia, chimica,  fisica e matematica;
    • - per il corso di laurea magistrale in medicina veterinaria prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di  chimica, cultura generale e ragionamento logico, biologia, fisica e matematica;
    • - per i corsi  di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico direttamente finalizzati alla formazione di architetto, prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di cultura generale e ragionamento logico, storia, disegno e rappresentazione, matematica e fisica;

    In caso di ulteriore parità, prevale il candidato che sia anagraficamente più giovane.
  • 7. La graduatoria si chiude con provvedimento ministeriale. La condizione di idoneo non vincitore si riferisce alla sola procedura selettiva in atto: da essa non scaturisce alcun diritto in relazione all'accesso al corso di laurea e di laurea magistrale in anni successivi a quello in cui si è sostenuta la prova.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)