mercoledì 9 gennaio 2013

Salute: troppi grassi saturi riducono il numero e la qualità degli spermatozoi


Un gruppo di ricercatori danesi, guidati da Tina Jensen del Rigshospitalet di Copenhagen, ha analizzato sia campioni di sperma, sia le risposte a questionari sulle abitudini alimentari di 701 giovani uomini che tra il 2008 e il 2010 sono stati sottoposti a visite mediche previste durante il servizio militare.
E' emerso che negli individui che consumano più grassi saturi la concentrazione dello sperma e il numero degli spermatozoi sono ridotti, rispettivamente, del 38% e del 41%. L'effetto è di tipo dose-dipendente: tanto maggiore è il consumo di grassi saturi, tanto peggiore è la qualità dello sperma. Infatti negli uomini in cui le calorie introdotte sotto forma di questi nutrienti sono meno dell'11,2% del totale la concentrazione e il numero totale di spermatozoi sono, in media, pari a 50 milioni per millilitro e 163 milioni. Questi valori scendono, invece, a 45 milioni per millilitro e 128 milioni negli uomini che ricavano più del 15% dell'energia quotidiana dai grassi saturi.
Gli autori dello studio, che non hanno rilevato nessuna associazione tra la qualità dello sperma e il consumo di cibi ricchi di altri tipi di grassi, hanno concluso che “i cambiamenti dell'alimentazione negli scorsi decenni possono spiegare in parte l'alta frequenza recentemente osservata di conte spermatiche anomale”. Per questo, i ricercatori ipotizzano che “una riduzione nel consumo di grassi saturi potrebbe essere benefica sia per la salute generale, sia per quella riproduttiva”.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)