domenica 23 settembre 2012

Gravidanza e alimentazione: qualche consiglio utile

1) Sushi in gravidanza: Il motivo è semplice:

il pesce crudo o poco cotto,  espone al  rischio  di   

contrarre infezioni da parassiti come la 

toxoplasmosi. Lo stesso vale per ostriche e 

cozze che provengono da acque contaminate e 

che espongono a questo rischio.


I pesci crudi, inoltre, soprattutto se eviscerati 

in maniera tardiva, possono ospitare il parassita alimentare Anisakis, 

responsabile dell'Anisakidosi (infezione parassitaria del tratto gastrointestinale).

Non dimentichiamo il rischio di intossicazione.


2) Caffè: L’organizzazione non-profit americana The March of Dimes consiglia 


alle donne di limitare l'assunzione di caffeina 

meno di 200mg al giorno. Tali

raccomandazioni emergono dai risultati di 

uno studio pubblicato nell’edizione di 

marzo 2008 dell’American Journal of 

Obstetrics and Gynecology. Stando ai 

risultati, il rischio di aborto spontaneo in chi 

assume 200mg di caffeina al giorno è del 15%, contro il 12% di chi non ne 

assume affatto, e sale al 25% con un consumo superiore a 200mg.



3) Burro: È vero che bere birra aiuta a far venire il latte? Falso!  Il momento 


dell’allattamento è un’esperienza carica di 

significato, anche per le qualità 

“speciali” attribuite al latte materno. Ecco 

perché le neo-mamme hanno spesso il 

timore di non poter assolvere a questo 

compito tanto importante e, di 

conseguenza, questa è la ragione alla base 

della diffusione di tanti miti su questo tema. Un mito abbastanza diffuso, ma 

assolutamente infondato dal punto di vista scientifico, è quello secondo il quale 

la birra scura favorirebbe la produzione di latte.




4) Salmone affumicato: È vero che non si può mangiare salmone 

affumicato? Vero. Da recenti studi è emerso che mangiare cibi affumicati come 

carne, pesce, insaccati e formaggi espone il 

proprio organismo ad attività cancerogene. La 

causa starebbe negli aromi artificiali utilizzati per 

riprodurre in maniera più veloce l’affumicatura. La 

tossicità dipende da un particolare estratto 

di legno, utilizzato per il processo di 

conservazione degli alimenti, in grado di 

agire sul DNA delle cellule umane in maniera nociva (cancerogena).





5) Alcol:  consumo di alcol deve essere abolito durante la gravidanza, 

soprattutto durante il primo e il secondo mese di 

gestazione in cui avviene la 

formazione dei diversi organi; è stato dimostrato 

infatti che l’assunzione di alcolici in gravidanza 

predispone a malformazioni fetali (di cranio, cuore 

e organi interni) ritardo mentale, calo di peso alla 

nascita, difficoltà di alimentazione e ritardo di 

accrescimento del neonato.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)