giovedì 24 maggio 2012

Vacanze estive e..aumento della "pillola del giorno dopo"


Il periodo di maggior utilizzo della "pillola del giorno dopo” coincide con le vacanze estive. Tra il giugno e l'agosto dello scorso anno le vendite del farmaco risultano, infatti, aver registrato un aumento del 12% rispetto al trimestre gennaio-marzo. Il picco è stato raggiunto proprio ad agosto, con ben 34.000 confezioni vendute.
I dati, presentati a Taormina durante il congresso congiunto della Sic (Societa' Italiana della Contraccezione) e della Fiss (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), non lasciano dubbi.
Secondo gli esperti la situazione è preoccupante, anche perché i problemi per la salute sessuale delle donne non finiscono con l'assunzione della pillola. A fine estate, infatti, le visite dal ginecologo aumentano del 30% e con l'autunno arrivano anche le infezioni sessualmente trasmissibili e le gravidanze indesiderate.

mercoledì 23 maggio 2012

Ritocchi al seno: STOP per le minori.

La commissione Affari sociali della Camera ha dato via libera unanime al disegno di legge che istituisce i registri regionali e nazionale delle protesi mammarie e che vieta gli interventi al seno a fini estetici sulle minorenni. Il ddl, esaminato in terza lettura dalla commissione in sede legislativa, è diventato legge ed entrerà in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.
Entro sei mesi il ministero della Salute dovrà emanare il decreto che regolamenterà la raccolta dei dati nel registro nazionale, tenuto dalla Direzione generale farmaci e dispositivi medici del ministero.

Caffè elisir di lunga vita


Il caffè allunga la vita. Lo hanno scoperto i ricercatori del National Cancer Institute di Rockville (Stati Uniti) in uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine che ha coinvolto più di 400 mila persone.
Gli studiosi hanno infatti dimostrato che bere da 2 a 6 tazze di caffè al giorno riduce i rischi di morire per malattie cardiache o respiratorieictusferite e infezioni.
Tutti gli individui coinvolti nello studio hanno risposto a domande sul loro stile di vita, abitudini alimentari incluse. 
Rielaborando i dati così raccolti è stato possibile dimostrare che gli uomini che amano il caffè hanno una probabilità di morire inferiore del 10% rispetto ai loro coetanei
Per le donne l'effetto è ancora maggiore e la riduzione si attesta al 16%.
Uno dei casi in cui bere caffè non protegge la salute sarebbe quello del cancro.
Scoprire quali siano le sostanze alla base di questo effetto benefico non sarà però semplice visto che Il caffè ne contiene più di 1000.

martedì 22 maggio 2012

Futuri Papà.


«Di quanti mesi sei? Che bella pancia! In bocca al lupo! Augurissimi!». Le frasi di rassicurazione sono sempre e solo tutte per lei. Come se, per il papà, la vita non subisse alcun cambiamento. Per rendere giustizia alla bistrattata categoria dei futuri padri nasce il libro di Mark Woods «...anch'io sono incinto.  
Grazie alle testimonianze di papà con esperienze alle spalle molto diverse tra loro, Woods spiega come si possa passare da «anni a sperare di no» a «giorni a sperare di sì», e come questo piccolo frugoletto che si insinua nella vita di due persone ne stravolga l'esistenza a partire dal momento del parto raccontato - ovviamente dal punto di vista dei papà - nel paragrafo «Storie dal fronte».

Cannabis terapeutica, precisazioni a scanso di equivoci

In Italia i malati ufficiali che fanno uso di Cannabis a scopo terapeutico sono circa un centinaio, in realtà però sono molti di più quelli che fanno ricorso all'auto-coltivazione o al mercato nero.
«Nella società c’è un po’ di diffidenza — ammette Daniela Parolaro, farmacologa dell’Università Insubria di Varese —. Un conto è parlare di potenzialità terapeutiche dei cannabinoidi e un conto dello spinello libero, al quale personalmente sono contraria. L’utilizzo dei cannabinoidi a scopo medico non si riferisce necessariamente al THC (delta9-tetraidrocannabinolo) che ha effetti psicotropi, ma anche ad altri cannabinoidi non psicoattivi quale il cannabidiolo o alla loro associazione, comunque utilizzando dosaggi diversi e lontani da quelli dell'abuso.

venerdì 18 maggio 2012

Grana Padano come "antipertensivo"

Non donerebbe solo più gusto e sapore alle pietanze, ma potrebbe anche aiutare a tenera a bada una pressione arteriosa che tende ad alzarsi un po’ troppo sopra la norma, in modo simile a quanto fanno gli ormai noti ACE-inibitori e sartani. La scoperta è stata recentemente presentata a Londra durante il Meeting Europeo sull’Ipertensione e la Protezione Cardiovascolare da Giuseppe Crippa, direttore dell’Unità Operativa di Ipertensione presso l’Ospedale Saliceto di Piacenza.

mercoledì 16 maggio 2012

Energy drinks: ALT dei pediatri.


Le bevande "energy drinks" - a base di caffeina e di cui ogni lattina può arrivare a contenerne dai 50 ai 500 mg - possono essere pericolosi per la salute degli adolescenti: oltre a portare a rischi di sovrappeso e obesità per l'alto contenuto di zuccheri, mettono anche in pericolo il cuore e le ossa. Già con due lattine, in media, "si supera la soglia di tolleranza".

martedì 15 maggio 2012

Per ingrassare bastano 3 ore..e la colpa è del "dopocena"


Secondo uno studio dell' Università di Oxford (GB) basterebbero 3 o al massimo 4 ore perché parte del grasso appena mangiato si accumuli nell'addome. E, se tutto ciò che si mangia a colazione viene rapidamente utilizzato per ricavare energia, il rischio di ingrassare aumenta molto nel dopocena.

Progetto ERASMUS: dall'anno prossimo si estenderà a tutto il Mondo

Tempo di bilanci, ma anche di novità: dal prossimo anno il programma di scambio amplierà le sue iniziative, verrà esteso ai Paesi di tutto il mondo e si rivolgerà a nuove tipologie di studenti diventando "Erasmus for all".
Alla recente conferenza internazionale di Copenhagen gli "ambasciatori Erasmus" (66, due per ciascuno dei 33 Paesi che negli scorsi mesi hanno lavorato alla stesura del documento, ndr) hanno elaborato un "manifesto" che, in dieci punti, sancisce i risultati finora conseguiti e presenta le azioni da intraprendere in futuro per implementare il programma di scambio come "abbattere le barriere" che esistono in Europa tra i sistemi nazionali di educazione per creare uno spazio comune di formazione e incrementare i collegamenti con il mondo del lavoro ma soprattutto diventare "globale", estendendosi ai Paesi extraeuropei.

sabato 12 maggio 2012

SALUTE: 2 ore di corsa a settimana per guadagnare 6 anni di vita


Il calcolo arriva dal meeting dell’European Association for Cardiovascular Prevention a Dublino dove i ricercatori della Bispebjerg University Hospital di Copenhagen hanno portato prove a sostegno della relazione positiva tra jogging e speranza di vita. Lo studio ha riguardato circa 2.000 persone esaminate per un arco di tempo di 35 anni. 
Tra queste quelle che correvano per due ore a settimana mostravano una riduzione della mortalità del 44%. 
Gli uomini vincono sulle donne: rispettivamente i “runners” maschi vivono 6,2 in più della media, le signore sportive 5,6 anni. I benefici sono molteplici, dalla regolarizzazione dell’attività cardiaca alla diminuzione della sensibilità all’insulina.

NEWS: Stop al ticket sanitario, lo sostituirà la franchigia


Addio ai ticket, largo alla franchigia dal 2 al 4 per mille (o anche più) sui redditi lordi familiari per tutte le prestazioni sanitarie, anche spazzando via le esenzioni per patologia. E poi una tassa da 3 centesimi su ogni bottiglietta (da 33 cl) di bibite zuccherate e gassate per un incasso annuo di 250 milioni, ma nessuna tax food. 
Ad annunciare le misure, tutte ancora da verificare con Governo e Regioni, è stato ieri in prima persona il ministro Renato Balduzzi. Sulla rivoluzione per i ticket sia i governatori che il ministero dell'Economia non sarebbero esattamente in sintonia con Balduzzi. Mentre l'eventuale tassa sulle bibite, nonostante lo stop del ministro a quella sul cosiddetto "cibo spazzatura", ha subito scatenato la protesta di produttori e commercianti.

venerdì 11 maggio 2012

TRUVADA: dagli USA il primo passo per la commercializzazione della pillola che previene l'infezione da Hiv

Primo potenzialmente storico sì. Un comitato consultivo della Food and Drug Administration ha dato il suo appoggio alla prescrizione del farmaco Truvada non solo per le persone già affette da Hiv ma anche per le persone più a rischio esposizione, come per esempio coppie in cui solo uno dei due partner è portatore. L'Fda, che dovrebbe decidere entro il 15 giugno, in ogni caso può ignorare il parere del comitato e decidere in maniera contraria. Si tratta comunque di un primo passo verso una decisione che, se arriverà, potrebbe rivoluzionare la vita di milioni di persone e segnare una svolta nell'ormai trentennale lotta all'Aids.

Dimagrire non è LAST-MINUTE. 10 consigli utili


Quattro adulti su dieci sono in sovrappeso, e 2 su 10 per abitudini dietetiche scorrette. Un italiano su due è già a dieta, ma nove diete su dieci sono ‘last minute’. Regimi alimentari aggressivi fin da subito per ottenere risultati immediati, seguiti dal cosiddetto "mantenimento" che risulta sempre difficile. 
La primavera è il periodo in cui questo genere di approccio è più diffuso, mentre potrebbe essere proprio l'estate il momento migliore per gestire il mantenimento di una dieta sostenibile, che possa passare indenne l'autunno e l'inverno, e diventare poi un vero stile di vita alimentare costante e bilanciato.

mercoledì 2 maggio 2012

Sempre meno frutta e verdura e più antidepressivi: la crisi logora la salute degli italiani


Secondo il Rapporto Osservasalute 2011, sulle tavole degli italiani sarebbero già diminuiti i cibi salutari in favore di cibi più economici e meno benefici, mentre è certamente aumentata la presenza di farmaci antidepressivi, il cui consumo risulta quadruplicato negli ultimi 10 anni.
Il Rapporto, stilato dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute delle Regioni Italiane, mette in evidenza che per la prima volta dal 2005 il numero diporzioni di frutta e verdura al giorno consumate dagli italiani è sceso dal 5,7% al 4,8% , si registra un calo del numero di porzioni consumate al giorno: 4,8% contro 5,7% (dato che era rimasto stabile fino al 2008).

Al contrario, l’utilizzo dei farmaci antidepressivi ha subito un incremento negli ultimi dieci anni, passando da 8,18 dosi giornaliere per mille abitanti nel 2000 a 35,72 nel 2010. La responsabilità, emerge dal Rapporto, sarebbe della crisi economica: le difficoltà finanziarie spingono le famiglie a tagliare le spese relative a un’alimentazione sana ed equilibrata, e a limitare quindi il consumo di cibi come frutta e verdura. E, allo stesso tempo, le difficoltà lavorative legate al precariato e alla disoccupazione avrebbero determinato l'aumento del ricorso ai farmaci antidepressivi.
Secondo il Rapporto gli italiani continuano a ingrassare: lo studio disegna infatti un'immagine di un Paese in cui i problemi di peso sono in aumento (nel 2012 era sovrappeso il 45,9% degli adulti italiani, contro il 45,4% del 2009). Oltre un terzo della popolazione adulta è in sovrappeso e una persona su dieci (10,3%) è obesa.

Cannabis entra nel sistema sanitario toscano

Una nuova legge per disciplinare l’utilizzo dei farmaci cannabinoidi come ausilio terapeutico all’interno del servizio sanitario regionale, per combattere il dolore, nelle cure palliative e anche in altri tipi di terapie. Questo quanto si propone il testo approvato oggi, con voto a maggioranza, dal Consiglio regionale della Toscana.
Ventotto i voti a favore, espressi dai gruppi di maggioranza (Pd, Idv, Fds-Verdi e parte del Gruppo misto: Ciucchi, Romanelli) con l’aggiunta del consigliere del Pdl Marco Taradash. Tredici i voti contrari (Pdl, Udc e parte del Gruppo Misto: Staccioli, Locci), 2 i voti di astensione (Lega Nord Toscana).