mercoledì 30 novembre 2011

NUTRIZIONE: LA PRIMA REGOLA E' MANGIARE MOLTE FIBRE

Due panini integrali, un etto di fagioli freschi, una bella mela con la buccia, due etti di carciofi: non è la lista della spesa, ma un esempio di alimenti che insieme permettono di raggiungere il quantitativo giornaliero raccomandato di fibra (per l’adulto a circa 30 grammi). Un quantitativo non facile da totalizzare se non si ha l’accortezza di prevedere nella dieta anche cereali integrali e legumi, oltre ad abbondanti porzioni di frutta e verdura. 
In una metanalisi pubblicata dall’American Journal of Clinical Nutrition, i ricercatori, dopo aver considerato i dati relativi a dieci studi hanno visto che c’è una associazione inversa fra consumo di fibra e rischio di tumore del seno. Ad ogni incremento di 10 grammi al giorno di fibra, il rischio si riduceva del 7%. In un altro studio, appena pubblicato dal Journal of the American Dietetic Association, i ricercatori dopo aver analizzato i dati relativi a più di 2100 ragazzi hanno visto che nel gruppo con i più bassi consumi di fibra la percentuale di ragazzi con sindrome metabolica era tripla rispetto al gruppo con i consumi più elevati. Poiché colesterolo e grassi saturi non sono, invece, risultati associati con la sindrome, i ricercatori hanno concluso che può essere più importante promuovere il consumo di alimenti ricchi di fibra, che raccomandare di ridurre i grassi, in particolare quelli saturi, e il colesterolo. «L'evidenza dell'associazione inversa tra consumo di alimenti ricchi in fibra e svariate malattie non è notizia recente — puntualizza Furio Brighenti, professore di Alimentazione e nutrizione umana all'Università degli Studi di Parma —.Tuttavia non siamo del tutto sicuri che ad agire come fattore protettivo sia la fibra e non altri composti associati alla fibra, o addirittura comportamenti salutari più frequenti in chi "mangia sano" abbondando con frutta, verdura e cereali integrali».
Su quali alimenti conviene puntare? «Proprio per l'impossibilità di definire la reale portata dell'effetto benefico della fibra — risponde Brighenti — il consiglio è consumare in abbondanza alimenti vegetali e integrali che la contengono naturalmente, evitando di accontentarsi di supplementi e integratori. In questo modo, oltre ad aumentare l'introduzione di fibra ed altre sostanze ad essa associate, conterremo anche più facilmente l’apporto calorico dei pasti».

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)