mercoledì 30 novembre 2011

2BESTUDENT: OTTO GIOVANI SU DIECI USANO IL "WEB-DOTTORE"

L'84% dei giovani italiani tra i 18 e i 25 anni si affida al 'dottor Web'. Non mollano pc e tastiera quando hanno bisogno di informarsi sulle malattie o cercano notizie dal mondo della scienza. Fuori gioco media tradizionali come stampa, radio e tv. I protagonisti sono siti web, forum, social network, blog. È quanto emerge dall'indagine 'L'informazione medico-scientifica' nell'era digitale, realizzata da Eikon strategic consulting. I risultati sono stati presentati durante la premiazione della quarta edizione del Premio giornalistico Riccardo Tomassetti - Informazione e salute Next Generation.

I canali considerati più attendibili. L'80% degli intervistati sceglie i siti web di informazione scientifica e quelli delle associazioni mediche. Il 65% preferisce i forum delle associazioni di pazienti ma solo il la metà del campiopo considera affidabili le notizie raccolte tramite i mass media tradizionali (radio, tv, stampa).

La preoccupazione rafforza il ruolo del medico e del ricercatore in qualità di divulgatore rispetto a quello del giornalista scientifico. Il 46% degli intervistati, infatti, legge il parere di un professionista e il 25% quello di un ricercatore. Soltanto l’8% sceglie le notizie divulgate dai giornalisti scientifici. E così, gli utenti si trasformano in generatori d'informazioni, anche per effetto dei social media come Facebook e Twitter. Le fonti si moltiplicano, ma misurare l'attendibilità e la credibilità di ogni notizia diventa sempre più complicato. Verificare l'attendibilità della notizia e diffonderla è un mestiere.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)