sabato 10 settembre 2011

SCOPRIRE OGGI LA SALUTE DI DOMANI; LA RISPOSTA E' NELLE MANI


E' una nuova frontiera della genetica sulla quale stanno lavorando gli scienziati dell'Università della Florida (Usa). “Perché gli uomini hanno l'anulare più lungo dell'indice - si sono chiesti i ricercatori - mentre per le donne è vero il contrario?”. Effetto degli ormoni che influenzano lo sviluppo del feto e che possono, secondo lo studio pubblicato su Pnas, diventare “spie” della salute futura. Il team di scienziati guidati da Martin Cohn e Zhengui Zheng ha messo a punto una ricerca per misurare l’incidenza dell’attività dei recettori degli ormoni sessuali, androgeni ed estrogeni, sullo sviluppo prenatale del bambino e di conseguenza sulla lunghezza delle dita.
 Grazie a questo confronto hanno identificato 19 geni legati alle prime fasi della vita validi come marcatori dello stato di salute futuro. “Le proporzioni delle dita sono una firma a vita del nostro primo ambiente ormonale”. Il prossimo passo sarà scoprire come questi dati possano essere decifrati.
“Ora possiamo concentrarci sull’analisi del rapporto tra proporzioni e comportamenti legati al genere sessuale" prevedendo “malattie del sistema immunitario, disturbi cardiovascolari e alcuni tumori”,  spiega John Manning, che ha collaborato alla ricerca. Quella della differenza delle mani tra i sessi è uno dei più antichi enigmi sui quali si sono arrovellate generazioni di scienziati. Uno dei motivi per cui fin dall’epoca romana, ad esempio, le persone hanno associato il quarto dito della mano con l’uso degli anelli, da cui il nome di anulare. La scienza ha poi scoperto come la differenza sia in realtà il frutto di un’esposizione differente agli ormoni sessuali. Negli uomini il confronto tra secondo e quarto dito della mano, indice e anulare - che gli scienziati definiscono rapporto 2D:4D - è una delle chiavi per prevedere la fertilità.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)