venerdì 26 agosto 2011

LA PRUGNA SECCA CONTRO L'OSTEOPOROSI IN MENOPAUSA

Lo dimostra uno studio coordinato da Bahram Arjmandi della Florida State University di Tallahassee (Stati Uniti), pubblicato dal British Journal of Nutrition. Gli autori della ricerca hanno istruito 55 donne in post-menopausa a mangiare ogni giorno 100 grammi di prugne secche (corrispondenti a circa 10 frutti) per un periodo totale di 12 mesi. Un gruppo di controllo, costituito da 45 donne in post-menopausa, ha, invece, introdotto 100 grammi di mele secche nella dieta quotidiana. Anche se tutte le donne hanno assunto anche le dosi di calcio e di vitamina D necessarie per controllare l'osteoporosi,
la densità minerale ossea di quelle che hanno mangiato le prugne è risultata significativamente maggiore rispetto a quella delle altre partecipanti allo studio. Secondo Arjmandi le prugne limiterebbero il tasso di riassorbimento osseo, che con l'invecchiamento tende a superare quello di crescita.
“Tutti i frutti e i vegetali hanno un effetto positivo sulla nutrizione – spiega Arjmandi -, ma in termini di salute ossea è questo frutto in particolare ad essere eccezionale”.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)