venerdì 8 luglio 2011

I CIBI GRASSI CAUSANO DIPENDENZA E LA CAUSA SONO GLI ENDOCANNABINOIDI

I grassi presenti nelle patatine e in altri alimenti confezionati e non, scatenano la produzione nell'intestino degli endocannabinoidi - sostanze simili ai composti chimici presenti nella marijuana - che rendono tali cibi irresistibili scatenanando l'ingordigia. La scoperta è del gruppo di ricercatori di Daniele Piomelli e Nicholas DiPatrizio dell'Università della California di Irvine (Stati Uniti), che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Proceeding of The National Academy of Sciences (Pnas).
I risultati indicano che, nelle cavie (topi), già nella bocca i grassi generano un segnale che, a partire dalla lingua, viaggia verso il cervello e da lì, attraverso il nervo vago, nell'intestino. Qui viene stimolata la produzione degli endocannabinoidi, che scatenano la voglia di ingerire altri cibi grassi, probabilmente causando il rilascio di molecole digestive correlate alle sensazioni di fame e di sazietà.
Secondo Piomelli questo meccanismo è stato molto importante per l'evoluzione, ma nella società moderna, in cui i grassi sono largamente disponibili, porta a obesità, diabete e cancro. I ricercatori pensano che questi problemi potrebbero essere contrastati bloccando i recettori per gli endocannabinoidi a livello dell'intestino, senza avere gli effetti collaterali – ansia e depressione – tipici dei farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)