domenica 8 maggio 2011

STUDIO USA: L'ATEROSCLEROSI AVREBBE 3.500 ANNI


Nonostante il sano stile di vita, uno studio condotto dai ricercatori dell'Università della California di Irvine (Usa) ha scoperto che le mummie egiziane di 3500 anni fa soffrivano già di arterie ostruite.
I ricercatori hanno esaminato tramite tomografia computerizzata i resti di 52 mummie: delle 44 che avevano ancora i vasi sanguigni o il cuore ben conservati, il 45% aveva depositi di calcio nelle pareti interne delle vene. "L'aterosclerosi è molto diffusa tra gli esseri umani moderni e, nonostante le differenze tra lo stile di vita antico e moderno, abbiamo scoperto che era piuttosto comune anche negli antichi egizi di alto status socio-economico che vissero più di tre millenni fa", spiega al DailyMail Gregory Thomas.
Tutte le mummie esaminate, spiegano ricercatori, erano sacerdoti, sacerdotesse o al servizio del Faraone, e dunque tutte di alto status socio-economico: il che potrebbe giustificare un'alimentazione a base di carne di bovini, anatre e oche. "I nostri risultati - conclude Thomas - suggeriscono comunque che dobbiamo guardare oltre i fattori di rischio moderni per comprendere appieno la malattia".

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)