lunedì 2 maggio 2011

ALZHEIMER: I SALI DI LITIO RIDUCONO L'AVANZAMENTO DELLA PATOLOGIA

I ricercatori dell’Università di San Paolo, Brasile, sono certi che i sali di LITIO, usato contro la depressione e altri disturbi psichiatrici, sia in grado di rallentare l'avanzare della malattia.
La sperimentazione condotta con 41 volontari con più di 60 anni ha dimostrato che assumendo 150 mg di litio al giorno il declino cognitivo era più lieve rispetto al gruppo di controllo e anche gli indicatori diagnostici della malattia risultavano meno evidenti. Gli scienziati hanno constatato che, anche se tutti i partecipanti mostravano una perdita memoria e concentrazione, quelli in cura con il litio avevano problemi limitati. Secondo Orestes Forlenza, autore dello studio, il litio contrasta la formazione di placche che soffocano i neuroni. “Dare litio a chi è a rischio di Alzheimer potrebbe ridurre i segni della demenza”, dice Forlenza, per il quale c’è, tuttavia, bisogno di verificare con numeri maggiori i risultati preliminari dello studio.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)