mercoledì 25 maggio 2011

20 MILIONI DI ITALIANI IN SOVRAPPESO; LA RADICE E' GENETICA PER 7 CASI SU 10

Crescono più gli uomini obesi rispetto alle donne e nella maggior parte dei casi si parla di ereditarietà. È quanto emerge dal 7* Rapporto sull’Obesità in Italia, realizzato dall’Istituto Auxologico Italiano, “Obesità è genetica: oltre lo stile di vita”.
“I dati riferiti al nostro Paese sono preoccupanti: circa il 10% della popolazione adulta italiana è definibile obesa e il 35% è in sovrappeso, quindi sono oltre 20 milioni gli italiani che hanno problemi di peso - spiega Giovanni Ancarani, presidente dell’Istituto Auxologico Italiano -. L’obesità non risparmia neanche le fasce dell’infanzia: secondo i dati forniti dall’Istat, in Italia, nella fascia di età di 8 anni, ben il 36% dei bambini ha problemi di eccesso di peso, di questi il 24% è in sovrappeso e il 12% è decisamente obeso”.
“Si stima che i fattori genetici contribuiscano per il 40-70% alla variazione interindividuale nell’obesità. Quindi, il peso è un tratto altamente trasmissibile, con un’ereditarietà che è solo leggermente inferiore a quella che determina l’altezza” suggerisce Michele Carruba, Direttore del Laboratorio di Ricerche sull’Obesità dell’Istituto Auxologico Italiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)