martedì 12 aprile 2011

MIRTILLI E OBESITA': prevengono la neosintesi di cellule adipose e aumentano la lisi dei grassi


Una nuova arma anti-obesità è nei mirtilli, già noti alla comunità scientifica per i loro benefici cardioprotettivi e anti-sindrome metabolica derivanti dall’alto contenuto di polifenoli. La scoperta è stata effettuata da ricercatori della Texas Woman’s Universy (TWU) di Denton, in Texas (Usa) guidati da Shiwani Moghe che ha presentato lo studio all’ Experimental Biology 2011 per conto dell’American Society for Nutrition. "Volevo vedere – ha spiegato Moghe - se usando i polifenoli del mirtillo si riusciva a inibire l'obesità in fase molecolare".
Lo studio è stato effettuato su tre gruppi di topi: “La dose più elevata di polifenoli ha prodotto una diminuzione del 73% dei lipidi mentre la dose più bassa ha mostrato una diminuzione del 27%”. Percentuali di tutto rispetto, spiega il ricercatore, rispetto al gruppo di controllo a cui non sono stati somministrati i polifenoli, e il cui contenuto di lipidi è risultato significativamente più alto. "Abbiamo però ancora bisogno di testare queste dosi negli esseri umani per assicurarci che non ci siano effetti avversi e per vedere se risultano altrettanto efficaci. Questo è un settore della ricerca in crescita. Determinare la dose migliore per l'uomo sarà molto importante".

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato ;)