lunedì 19 dicembre 2011

LEIeLUI: LE COPPIE SI SPOSANO E DIVORZIANO DALLO SPORT

Al massimo della forma durante il fidanzamento, pantofolaie e mangione dopo le nozze. Le coppie sposate su una cosa vanno da subito d’accordo: il livello di attività fisica, dopo la luna di miele, crolla. Lo sostiene uno studio della Loughborough University (Gran Bretagna), secondo cui marito e moglie difficilmente riescono a superare i 150 minuti di attività fisica raccomandati a settimana rispetto, ad esempio, ai single e persino ai divorziati.
I ricercatori hanno esaminato il comportamento di 100 persone con accelerometri, dispositivi portatili che si indossano e misurano 24 ore su 24 movimenti e chilometri percorsi.

domenica 18 dicembre 2011

MATERNITA': BUONE NOTIZIE PER LE NEO MAMME

Secondo la Suprema Corte ex lege le lavoratrici non possono essere licenziate dall’inizio del periodo di gravidanza fino al terzo mese dopo il parto, nonché fino al compimento di un anno di età del bambino (ex art. 54, comma I, D.lgs. 151 del 2001). Il suddetto divieto di licenziamento, però, non si applica nel caso di colpa grave da parte della lavoratrice, costituente giusta causa per la risoluzione del rapporto di lavoro.

NEWS: I MOTIVI PER CUI LA VOCE VA "GIU'"

Le disfonie, si presentano con sintomi che vanno dalla voce rauca, soffiata o debole, alla sua completa assenza e nella maggior parte dei casi è causata da sforzi nel parlare, ma può essere anche la spia di patologie più serie. «Un terzo delle persone usa la voce come strumento di lavoro e, se la usa troppo e male, rischia la disfonia — spiega Claudio Albizzati, responsabile del Servizio di Otorinolaringoiatria Multimedica di Milano —. Insegnanti, telefonisti, cantanti, attori e politici sono più a rischio. Le possibilità di disturbi della voce aumentano anche se si fuma, si abusa di alcolici, si lavora in un ambiente rumoroso che rende necessario alzare la voce, nonché in seguito all'assunzione di alcuni farmaci».

giovedì 15 dicembre 2011

CUORE: ECCO LA "PISTOLA" SALVA-VITA


Utilizzata per la prima volta in Italia a Bologna dall'equipe di Roberto Di Bartolomeo del Policlinico S. Orsola-Malpighi coadiuvata dagli anestesisti di Guido Frascaroli, la "pistola salva cuore", un dispositivo inventato negli Stati Uniti che consente di inserire rapidamente un condotto dal ventricolo sinistro all’aorta discendente, bypassando la valvola aortica malata. A essere operata è stata una paziente di 86 anni affetta da stenosi aortica critica per la quale, senza l’innovativa terapia, sarebbe stato difficile ricorrere a una procedura classica con un intervento di sostituzione valvolare che, generalmente, dura circa 3-4 ore.

DERMATITI DA CONTATTO: ECCO LE 10 SOSTANZE PIU' A RISCHIO

Uno dei disturbi dermatologici più frequenti è una reazione allergica della cute a contatto con determinate sostanze (allergeni). Si stima che il 10% dei pazienti che decidono di rivolgersi al dermatologo, lamenta questo tipo di problema e che l'incidenza in Italia sia dell'1-2% della popolazione.
A tal proposito, la statunitense Mayo Clinic (Arizona), ha stilato una classifica delle prime dieci cause delle dermatiti da contatto al termine di uno studio durato 5 anni e che è stato svolto su un campione di 4 mila persone:

1) Nichel: metallo presente in gioielli di bigiotteria e negli accessori dell'abbigliamento ( bottoni, fermagli, fibie ). In Italia è molto frequente.

OBESITA': IN ITALIA 5 MILIONI DI CASI

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - In Italia ci sono 5 milioni di obesi, secondo i dati del 2007 dell'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms). Al problema sanitario, che sta diventando epidemico in occidente, si aggiunge quello sociale: spesso le persone sovrappeso od obese sono vittime di discriminazioni da parte dei media e dell'opinione pubblica. Se ne e' parlato al convegno 'Obesità: il peso dei pregiudizi'' organizzato dal Comitato italiano per i diritti delle persone affette da obesita' e disturbi alimentari (Cido).

iPOD-ite: RISCHIO ACUFENI PER GLI ADOLESCENTI


I rischi di insorgenza del disturbo definito dagli esperti acufene o tinnito ( disturbo costituito da rumori che, sotto diversa forma: fischi, ronzii, fruscii, crepitii, soffi, pulsazioni ecc.) che può risultare fastidioso a tal punto da influire sulla qualità della vita di chi ne soffre - sono aumentati "drammaticamente" negli ultimi due anni: a sostenerlo è Tony Kay della Aintree University Hospital di Liverpool (Regno Unito) in una relazione presentata nel corso della settimana nazionale "Tinnitus Awareness Week" promossa dalla British Tinnitus Association.

ALCOL E SESSO NON PROTETTO: STUDIO CONFERMA LA CONNESSIONE

A rendere ufficiale quello che, fino ad oggi, era solo un sospetto degli esperti nel settore è uno studio pubblicato sulla rivista Addiction. I ricercatori hanno esaminato i dati raccolti da 12 diversi studi condotti sull'argomento rilevando che a un aumento del livello di alcol nel sangue di 0,1 mg per millilitro corrisponde un incremento della possibilità di lasciarsi andare a rapporti sessuali non protetti pari al 5%.


SALUTE: L'AGLIO, MANO SANTA PER IL CUORE

Un composto presente nel bulbo dell’aglio potrebbe aiutare chi è colpito da infarto o chi è prossimo a intervento chirurgico a subire meno danni al cuore. Lo hanno stabilito i ricercatori della Emory University School di Atlanta (Usa) secondo i quali, usando il trisolfuro di diallile, componente solforosa dell’aglio, è possibile indurre la produzione di idrogeno solforato, una gas che in modeste concentrazioni fa giungere il sangue al tessuto scongiurandone la necrosi (morte dei tessuti).

lunedì 12 dicembre 2011

FIBROSI CISTICA: Sì AI TRAPIANTI DA DONATORE VIVENTE

Trapianto di polmone, intestino e pancreas da donatore vivente: c'è l'accordo. La legge è ora a un passo dall'approvazione e consentirà di salvare la vita a circa 100 pazienti giovanissimi colpiti da fibrosi cistica che ogni anno muoiono in lista di attesa per un trapianto polmonare.
La notizia l'ha data la relatrice della norma, il deputato (e medico) Melania Rizzoli, Pdl. "Con questa legge - ha spiegato Rizzoli - si potrà donare un lobo polmonare a un ricevente, in genere un bambino, e la donazione è generalmente materna. Alla madre l'asportazione di un lobo non compromette la salute né la respirazione che viene compensata in breve".

PER DIMAGRIRE CARBOIDRATI 2 VOLTE IN MENO A SETTIMANA

Evitare i carboidrati per 2 giorni alla settimana è più efficace che mettersi a contare le calorie ingerite. Infatti, secondo la ricercatrice Michelle Harvie dell'University Hospital di South Manchester (Regno Unito), mettere nel piatto solo frutta, verdura e carne magra per 2 giorni su 7 fa dimagrire il doppio rispetto alle diete tradizionali.

INSONNIA: VINCE IL SUCCO DI CILIEGIA

Due bicchierini di succo di ciliegia al giorno per combattere i problemi di sonno. Lo hanno dimostrato un gruppo di ricercatori della School of Life Sciences della Northumbria University di Newcastle (Regno Unito) secondo cui il succo aumenterebbe significativamente i livelli di melatonina  (ormone che regolatore del ritmo sonno-veglia e secondo gli studiosi potrebbe risultare utile soprattutto a coloro che hanno difficoltà a dormire a causa dei turni di lavoro o per via del jet lag.

domenica 11 dicembre 2011

CANNABIS E SCLEROSI MULTIPLA: IL CASO DI BARI


"Mi chiamo Lucia, ho 30 anni e la sclerosi multipla. Stavo su una sedia a rotelle, ora grazie alla cannabis cammino". La testimonianza di una ragazza curata nel centro di Casarano - dove da circa due mesi la Regione Puglia sperimenta gratuitamente il trattamento a base di marijuana - sta facendo il giro del web e rimbalzando sulle bacheche di facebook suscitando un grande interesse. Nella lettera la giovane si definisce, "una dei cinque fortunati pazienti" cha hanno avviato il trattamento e descrive i "miglioramenti evidenti ed eclatanti nell'andatura, nei tremori, nei dolori, negli spasmi muscolari, nella rigidità, nell'appetito, nell'umore e nel miglioramento totale della qualità di vita". Lucia scrive per far conoscere la sua storia e per ringraziare chi si è battuto per garantire e donare ai malati "libertà di cura".

venerdì 9 dicembre 2011

EVOLVE LA CRISI E CON ESSA LE PATOLOGIE CARDIACHE

(ANSA) - ROMA - Le preoccupazioni legate alla crisi economica fanno aumentare anche i problemi cardiaci. L'allarme viene dal congresso nazionale della Societa' Italiana di Cardiologia (Sic), che si apre domani a Roma. "La paura di perdere il lavoro, l'ansia di non arrivare alla fine del mese sono tra le principali preoccupazioni degli italiani - ha spiegato il presidente della Sic Salvatore Novo - noi cardiologi vediamo sempre più italiani alle prese con 'batticuori' legati a stati ansiosi".(ANSA).

SPORT DI RESISTENZA: LA FATICA PUO' DANNEGGIARE IL VENTRICOLO DESTRO

L'esercizio fisico non solo fa bene alla salute ma è uno dei pilastri di uno stile di vita sano. L'attività fisica estrememente intensa, invece, potrebbe mettere a rischio il cuore in atleti probabilmente predisposti. Secondo una ricerca condotta da università australiane e belghe, pubblicata sullo European Heart Journal, alcuni degli atleti che si sono cimentati in gare di resistenza estrema come la maratona, il triathlon o il cosiddetto Ironman (3,8 km di nuoto, 42,2 km di corsa e 180 km di bicicletta) e il ciclismo alpino, hanno mostrato un danno al ventricolo destro del cuore, una fibrosi identificata con la risonanza magnetica.

SALUTE: YOGURT, LATTE E DERIVATI PER UNA PELLE SANA

Un’alimentazione a base di latticini è un ottimo rimedio per avere una pelle sanaTra i vantaggi dei derivati del latte, c’è l’azione anti-occhiaie dello yogurt: grazie alla presenza di riboflavina (vitamina b12) e di acido pantotenico, lo yogurt regolarizza il drenaggio linfatico e ha un effetto depurativo sull’intero organismo. I formaggi, ad esempio, sono il miglior rimedio naturale contro la pelle secca e aiutano a mantenere la pelle soda ed elastica. Merito, ancora una volta, della vitamina B2, che favorisce l’idratazione delle cellule e delle mucose. Inoltre, grana e compagni forniscono un buon quantitativo di aminoacidi, stimolando la produzione di collagene e di elastina.

mercoledì 7 dicembre 2011

DIABETE: I COSTI SONO TROPPO ALTI E L'SSN E' A RISCHIO

Il diabete, malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina, e' una 'epidemia globale'. 
Adesso minaccia la solidita' economica dei diversi sistemi sanitari nazionali. La patologia colpisce 366 mln di persone nel mondo, cifra che raggiungera' i 552 mln nel 2030. A puntare i riflettori sul peso economico di questa 'epidemia del nuovo millennio' gli esperti riuniti al Congresso mondiale promosso dalla International Diabetes Federation. Si stima che entro 10 anni i sistemi sanitari non saranno piu' in grado di sostenere i costi dell'epidemia.

TUMORI: GUARIGIONI IN AUMENTO MA RESTA IL GAP FRA NORD E SUD ITALIA

Cifre e statistiche servono a farci capire quante possibilità abbiamo di ammalarci di tumore; a dimostrare, l’importanza di fare prevenzione e partecipare agli screening di diagnosi precoce; a provare che le cure offerte dal Sistema sanitario nazionale italiano funzionano bene (i nostri tassi di sopravvivenza sono in alcuni casi superiori alle medie europee), ma che ancora restano differenze fra nord e sud del Paese. E allora i numeri servono ancora di più alle Istituzioni, per capire dove ci si ammala di più e perché; dove si guarisce di meno e per quali motivi. Il primo censimento ufficiale che fotografa l’«universo cancro», presentato a Roma nei giorni scorsi, è il volume I numeri del cancro in Italia 2011 reso disponibile grazie al lavoro dell’Associazione italiana di oncologia medica Aiom e dell’Associazione italiana registri tumori Airtum che hanno pubblicato un testo che verrà distribuito a tutte le oncologie italiane, agli assessorati regionali e alle Istituzioni nazionali e diventerà una pubblicazione annuale.

SALUTE: I VEGETALI SURGELATI SONO UNA BUONA ALTERNATIVA

I surgelati sono sempre più spesso sulle nostre tavole e secondo un’indagine dell’Istituto italiano alimenti surgelati-Astarea, vengono consumati dal 92% degli italiani. Fra i prodotti in crescita, ci sono i vegetali e il pesce. E' bene sapere che il valore nutrizionale dei cibi dipende solo in parte dal trattamento subìto (nel caso dei prodotti surgelati, una breve scottatura per inattivare gli enzimi che potrebbero degradare il prodotto, seguita da un ultrarapido surgelamento); sono infatti anche altri gli elementi che entrano in gioco.

martedì 6 dicembre 2011

INFLUENZA: ECCO L'ANTICORPO DI CHI NON SI AMMALA MAI

Inutile augurare malanni a certe persone, la loro invincibilità non è una questione di fortuna, ma di geni. A sostenerlo uno studio pubblicato su PlosOne da un gruppo di ricercatori guidati da Massimo Clementi e Roberto Burioni, docenti di microbiologia e virologia presso il San Raffaele di Milano. Gli esperti hanno studiato il sistema immunitario «di un individuo che ricordava di non essere stato mai colpito dall'influenza nonostante un'intensa esposizione al virus».

BASSA STATURA? TUTTA COLPA DEL DNA

È quanto emerge da due studi su 12.000 persone eseguiti negli Stati Uniti che hanno trovato un legame tra la quantità di materiale genetico perduto e la bassa statura. Una ricerca pubblicata sull’American Journal of Human Genetics suggerisce che la mancanza di copie di geni o di altre porzioni di Dna potrebbe spiegare almeno il 50% dei difetti genetici che influenza l’altezza delle persone.  Note come variazione del numero di copie (Cnv), le anomalie genetiche sono alterazioni nel cromosoma che si traducono in eccessi - duplicazioni o trisomie - in una cellula o della mancanza - delezione - di materiale genetico.

MANI GONFIE AL MATTINO: E' ARTRITE O ARTROSI?

Un italiano su dieci soffre di malattie reumatiche, con ricadute sulla qualità di vita anche molto negative, soprattutto se la malattia non viene riconosciuta in fase iniziale e curata sin da subito e in modo corretto. Aspetti ancor più rilevanti se si pensa che non si tratta di malattie degli anziani, ma di malattie che colpiscono anche persone giovani nel pieno della vita lavorativa e sociale.

microRNA: IL FUTURO BENESSERE CARDIOVASCOLARE E' MAPPATO GENETICAMENTE

Il futuro delle nostre arterie è scritto nei geni. Ciò non significa che non si debbano continuare ad applicare le regole del viver-sano, seguendo cioè una corretta alimentazione, praticando attività fisica ed evitando di fumare; anzi sono comportamenti che a maggior ragione è tenuto a seguire chi presenta una forte predisposizione genetica alle malattie cardiovascolari che oggi può essere rilevata.

lunedì 5 dicembre 2011

TRADIMENTO: LA DONNA LO PERDONA MENO FACILMENTE.


A sostenere le differenze che si manifestano tra i due sessi davanti al tradimento di un amico è uno studio della Duke University (Usa) pubblicato su Child Development durante il quale i ricercatori, guidati da Julie Paquette MacEvoy e Steven Asher, hanno mostrato a 267 bambini e bambine di età compresa tra i 9 e gli 11 anni 16 ipotetiche situazioni di tradimento da parte di un amico o di un'amica con cui dovevano immaginare di avere a che fare. 

NEWS: C'E' UN GENE CHE FA DORMIRE DI PIU'


(ANSA) - ROMA - Scoperto il gene dei 'belli e addormentati': coloro che ne sono portatori nel Dna hanno bisogno di dormire almeno mezz'ora in piu' a notte rispetto agli altri. Il gene, chiamato ABCC9, potrebbe avere un'influenza non indifferente sulle nostre abitudini al sonno, e' spiegato sulla rivista Molecular Psychiatry. La ricerca ha coinvolto oltre 10.000 persone di molti paesi europei, Italia inclusa. La scoperta contribuisce a far luce sul sonno, aspetto ancora misterioso della nostra vita.

LA CRISI COLPISCE PROPRIO TUTTI E SCOPPIA LA "SINDROME DEL FRIGO VUOTO"

In Italia un milione di over 65 non mangia a sufficienza e ogni giorno introduce 300 calorie in meno rispetto a quanto preveda il fabbisogno e tali calorie sarebbero per lo più derivanti dalla carenza/assenza di proteine nobili. Nutrirsi poco e male fa salire la probabilità di ricoveri ospedalieri e aumenta perfino il rischio di morire, come segnalano i dati della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria. Anche stavolta la colpa è dei soldi che non ci sono: secondo l'indagine PASSI d'Argento, promossa dal Ministero della Salute e dalle Regioni con il supporto dell'Istituto Superiore di Sanità, il 69% degli anziani italiani ammette di non riuscire ad arrivare a fine mese. E così si taglia sulla lista della spesa: il carrello resta vuoto e non si portano a casa cibi nutrienti ma costosi come carne e pesce.

QUADRANTECTOMIA: LA SVOLTA NELLA CURA DEL TUMORE AL SENO

Per capire quanto è migliorata l'esistenza delle donne con un tumore al seno nel ultimi 30 anni si può dare uno sguardo a numeri e statistiche. Negli anni '80 guarivano 3 donne su 10, ora circa 9 (per guarigione si intende l’assenza di malattia per almeno 10 anni dalla conclusione delle cure). 
Oggi vivono oltre 500 mila ex malate in Italia. Fu l'avvio di una rivoluzione nella cura dei tumori: era la fine dei trattamenti che devastavano il corpo (e la mente) e l'inizio dell'era dell'integrità corporea e della qualità di vita come principio guida nelle decisioni terapeutiche.